La solitudine di Alonso Quijano – 21 maggio 1977

Posted on 10 agosto 2010 di

0


Quijote2

21 maggio 1977, Insonnia

Ah! Quanta presunzione! Mantenere un tono, una musica!
Tredici giorni di solitudine. Ingabbiato per mia volontà.
(È notte e non ne provo sollievo).
Tredici giorni. Ripetere per ricordare. Tredici. È un numero. Ogni numero compie, giustifica, ma anche disintegra, avvilisce.
Tredici giorni di inverosimile beatitudine. Forse è questo distaccarsi che dà la santità. – Non può essere diversamente, quasi mi sento santificato nella noia, nel disinteresse. Perché le passioni durano davvero uno schiocco di dita. Forse è che manchiamo della giusta educazione al pathos? –
Il tempo benedetto. Il tempo trascorso nell’isolamento, nella stanza al primo piano – e sotto: un accenno di mondo. (Loro non sanno di avere a che fare con un santo.)
Si. Alonso Quijano il santo, che  è vissuto a favore della folla, in comunione con essa! Il santo, eremita, misantropo, mentecatto – non in vano Alonso Quijano.
E vivere con la folla, ascoltare le prediche e i sermoni dei partigiani, i piani di diffusione dell’ideale. La stampa. Il progresso.
Vivere per la folla, per la sua Rivoluzione. Per le dinamiche politiche e sociali da rinnovare, per la struttura e le fondamenta, il progetto e l’idolatria. Per tutto questo occorreva innanzitutto che il Popolo disimparasse a credere come aveva sempre creduto. Era bastato annunciare in un mattino del millenovecentoquarantotto che la santità avrebbe trovato posto d’allora in avanti nell’osservanza al Potere Scelto dal popolo. Allo Stato Democratico, fondato sulla trapanazione dell’ordine obsoleto, di cui rimaneva però l’impasto umano.
Le cose in effetti andarono diversamente, nessuno parlò di santità così liberamente – data l’incombenza papale – ma ame parve che di questo si trattasse. Finalmente il popolo fu santificato. Gli fu data la possibilità di scegliere tra lo Stato e il Re. Il popolo s’accorse di essere Dio. – Ma durò poco più di un giorno, il plebiscito fu unanime: cacciare il Re per la libertà del Popolo. Ma questo Popolo è cristiano per ascendente – e l’idillio è ritornato ad essere la Cacciata dal Paradiso.

Alonso Quijano